Crescere al Sud è un’alleanza composta da numerose realtà nazionali e locali, nasce nel 2011 con l’obiettivo di tutelare i diritti dei bambini e degli adolescenti nelle regioni del Mezzogiorno. La mission di quest’alleanza combacia perfettamente con le tematiche della nostra radio e proprio per questo UndeRadio ha preso parte all’assemblea nazionale di Crescere al Sud, tenutasi a Lecce tra il 3 ed il 4 Marzo. I nostri microfoni erano lì per dar voce a quelli che sono gli sviluppi e i progressi di questa rete di organizzazioni, che da progetto punta a divenire un’associazione. L’assemblea nazionale è nata con lo scopo di ragionare sulle linee programmatiche dell’associazione e sulla creazione di un Osservatorio, uno strumento ideato da Crescere al Sud per poter mappare il territorio, utile a mettere in risalto risorse, ma allo stesso tempo fondamentale per evidenziare mancanze; i dati raccolti nell’Osservatorio saranno alla base delle azioni di advocacy rivolte alle istituzioni. Il nucleo principale di Crescere al Sud resta formato dai ragazzi che durante l’assemblea hanno avuto modo di continuare il loro percorso di maturazione, mirato ad accrescere il loro senso critico e la loro consapevolezza per integrare ed espandere i concetti e i valori acquisiti, mettendoli in atto attraverso buone pratiche e buon lavoro. Inoltre, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di partecipare ad un workshop fotografico intitolato “La città che vorrei”, tenuto dal fotografo Danilo Garcia di Me, proprio per comprendere l’importanza del mezzo fotografico nell’azione sociale. UndeRadio, la web radio del Movimento giovani per Save the Children, ha avuto modo di documentare i lavori ed i workshop, intervistando i protagonisti dell’evento, cioè i ragazzi e non solo. Abbiamo avuto modo di incontrare ed ascoltare Andrea Morniroli e Francesco Mollace, i portavoce nazionali della “Cabina di regia” e Danilo Conte, il responsabile del coordinamento della regione Puglia. Crescere al Sud rappresenta l’emblema della resilienza, della capacità di fronteggiare incisivamente le difficoltà, persistendo e cercando un nuovo slancio per raggiungere mete importanti. E’ questo l’esempio portato da Crescere al Sud: ricostruirsi in maniera dinamica senza alienare la propria identità, nonostante le circostanze avverse. Il Sud diventa così protagonista di un ripensamento profondo; non è più posto ai margini, subordinato ed inferiore, ma è territorio di una Comunità Educante che costruisce insieme identità e futuro. Andar via è troppo semplice in un mondo nel quale le compagnie aeree low cost offrono viaggi a prezzi stracciati; la sfida lanciata da questa alleanza è restare, piantare le radici ed aspettare di raccoglierne i frutti.
Maria Zaino (redattrice junior UndeRadio)
 


Lecce